Leasing Operativo

Il leasing operativo è un tipo di leasing che non prevede obbligatoriamente la presenza dei tre operatori tipici presenti nel leasing standard.
Si parla di leasing operativo sia nel caso in cui il bene venga offerto direttamente da chi costruisce il bene (in un rapporto bilaterale), ed in questo caso l'operazione viene anche detta 'noleggio', sia quando il bene costruito viene invece acquistato da un terzo soggetto che poi lo 'offre' in leasing al locatore, a fronte di un canone che di solito comprende anche costi di manutenzione, assicurazione e assistenza.

Il bene puó addirittura essere sostituito anche durante la vita del contratto di leasing.
Il canone del leasing operativo, a differenza del canone del leasing finanziario, non contiene il cosiddetto prezzo del bene, ma solo il valore di utilizzazione del bene, aumentato dei suddetti costi di manutenzione ed accessori.

Il leasing operativo di solito non prevede trasferimento del rischio a carico del conduttore. Non prevede nemmeno l’opzione di riscatto del bene.
Infatti, l'acquisto alla chiusura del rapporto non è previsto e anzi, come afferma la Corte di Cassazione, 'costituisce un fatto meramente eventuale'.
Nel leasing finanziario invece, il riscatto spetta di diritto al locatore, il quale paga nel canone anche parte del prezzo del bene, e non solo il prezzo dell'utilizzazione dello stesso.

Chi utilizza il bene in leasing operativo inoltre ha la possibilitá di recedere in ogni momento dal contratto, con preavviso e attraverso l'estinzione anticipata del contratto.
In questo caso il conduttore deve pagare i restanti canoni di noleggio pattuiti con il contratto di leasing.



A differenza del leasing finanziario, il leasing operativo si adatta ai cosiddetti beni ad alta standardizzazione ed a rapida obsolescenza, come per esempio fotocopiatrici, fax ed altre attrezzature da ufficio.
Oltre a non prevedere il diritto di riscatto, è importante osservare che nel leasing operativo la durata del contratto non è soggetta a vincoli di durata, come nel leasing finanziario.

Inoltre il canone periodico viene ridotto in funzione del valore commerciale del bene al termine del contratto.
Oltre a questi vantaggi evidenti, chi si avvale del contratto di leasing potrá usufruire di altri vantaggi, meno visibili, ma comunque importanti come per esempio:
- il costo di manutenzione del bene in leasing non concorrerá al calcolo della deducibilità fiscale della manutenzione straordinaria (limite del 5% del valore del bene);
- intera deducibilità del canone di leasing operativo, anche nei contratti di breve durata;
- con il leasing operativo si possono affrontare progetti di breve durata che invece richiederebbero investimenti significativi in caso di acquisto definitivo del bene in questione;
- disporre di un bene senza intaccare la liquidità aziendale;
- costo fisso e certo per tutta la durata del contratto;
- rischi di obsolescenza del bene nulli.

Ricordiamo che il leasing operativo viene regolato da una normativa di tipo secondario e non da una legge specifica.
A seconda delle caratteristiche del bene oggetto del contratto si distingue tra leasing automobilistico per auto, leasing strumentale per macchine utensili, impianti tecnico-produttivi, attrezzature, arredi, leasing immobiliare per immobili da costruire, leasing navale per navi e imbarcazioni da diporto, lease-back per immobili, impianti, marchi, dry lease e wet lease per gli aeromobili.

Vediamo ora come si puó contabilizzare il leasing operativo.
Dato che il leasing operativo dal punto di vista civile è inquadrato come una locazione, bisogna inserirlo nelle passivitá come 'costo per godimento di beni di terzi'.
Nel conto economico di bilancio, il canone di locazione viene invece inserito nel Valore della produzione alla voce 'Costi per godimento di beni di terzi'.
Il metodo per contabilizzare il leasing operativo è quindi identico ai principi contabili IAS, adottati quasi universalmente, che contabilizzano il leasing operativo con il metodo finanziario. Ricordiamo che IAS sta per International Accounting Standards, cioé i principi contabili internazionali emanati da un gruppo di professionisti contabili per standardizzazione le regole contabili.

Nel metodo patrimoniale si contabilizza rispettando la forma del contratto, per cui la proprietà resta nelle mani del locatore fino all'eventuale riscatto. Il locatario si limita a rilevare secondo competenza i canoni pagati.
Nel metodo finanziario il locatario contabilizza l’operazione come se avesse contratto un prestito per finanziare l’acquisto del bene in leasing.
La differenza con il leasing finanziario risulta evidente, dal momento che, secondo le leggi italiane, quest'ultimo puó essere contabilizzato sia con il metodo patrimoniale, sia con il metodo finanziario.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Leasing Operativo

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy