Leasing Nautico

Il leasing nautico è un tipo di leasing destinato a clienti privati o ad imprese che desiderano possedere un'imbarcazione, ma che non vogliono o non possono permettersi di esborsare inizialmente cifre esorbitanti.
Nel contratto di leasing infatti, con una spesa realmente irrisoria rispetto al valore dell'imbarcazione (a parte la maxi-rata iniziale), l'utilizzatore del bene potrá utilizzarlo come se fosse di proprietá, pagando mensilmente il canone concordato.

L'Agenzia delle Entrate ha previsto inoltre un nuovo tipo di trattamento relativo al leasing di tutti i tipi di imbarcazioni italiane da diporto, sia a vela che a motore, le quali peró dovranno venire utilizzate in parte in territorio extra-europeo e in parte in territorio europeo.
Per cancellare tutte quelle difficoltá connesse al problema di dimostrare il reale utilizzo dell'imbarcazione fuori dal territorio europeo, sono state create delle tabelle forfettarie per calcolare la diminuzione dell'IVA prevista per agevolare chi possiede un'imbarcazione da diporto.

La parte di prestazione rilevante ai fini IVA al 20% è strettamente collegata alle caratteristiche dell'unità da diporto presa in considerazione.
La diminuzione dell’Iva infatti dipende dalla combinazione di tre caratteristiche: la lunghezza dell’imbarcazione, la tipologia del sistema propulsivo dell’imbarcazione (vela o motore), il tempo trascorso dall’imbarcazione al di fuori delle acque territoriali comuni.

Per quanto riguarda l'imbarcazione si distingue tra natante da diporto (lunghezza inferiore ai 10 mt), imbarcazioni da diporto (tra i 10 ed i 24 mt) e navi da diporto (lunghezza superiore ai 24 mt).



La società di leasing nautico dovrá perció solo basarsi sulle suddette tabelle per fatturare il maxicanone iniziale, i canoni e la cosiddetta indicizzazione.
L'unica eccezione prevede che l’opzione di riscatto sará totalmente assoggettata per l’intero imponibile all'IVA al 20%.

Per quanto riguarda il contratto leasing nautico, si parla sempre di un anticipo minimo del 10% del prezzo finale dell'imbarcazione, fino ad un massimo del 30%. Il contratto ha invece una durata che varia dai 3 anni ai 96 mesi.
L’anticipo e il riscatto sono comunque modulabili su richiesta del cliente.
La frequenza dei canoni è di solito mensile, bimestrale o trimestrale.

Il valore di riscatto si aggira normalmente intorno all’1%.
Per questo tipo di leasing solitamente si richiede un'assicurazione simile allo Kasko per i veicoli a motore.
Ma come funzione praticamente il leasing? La societá di leasing nautico acquista qualsiasi tipo di imbarcazione richiesta da cliente, senza limiti di spesa e per la totalità del valore del bene, e la noleggia al cliente per un tempo determinato.
Il finanziamento e la stipulazione del contratto di leasing riguarda anche imbarcazioni ancora da costruire.

Quando il contratto termina il cliente ha la possibilitá di acquistare l'imbarcazione al prezzo concordato al momento della sottoscrizione del leasing.
Alcune societá di leasing offrono comunque di 'rinegoziare' leggermente l'acquisto finale dell'imbarcazione.
Il contratto di leasing nautico puó essere ceduto ed il finanziamento puó essere trasferito.
L'opzione di acquisto è sempre valido durante tutto il corso della validitá del contratto di leasing.

Purtroppo la crisi economica negli ultimi anni ha quasi affossato il settore della nautica, fatta eccezione per il settore nautica di lusso.
Moltissime sono state le barche sequestrate per insolvenza del proprietario.
Banche e società di credito hanno fatto man bassa di queste barche che, negli ultimi mesi, sembra stiano tornando ad essere utilizzate tramite l'istituto del leasing nautico.

Sembra che le stipule di leasing nautico si siano risvegliate tra il 2014 ed il 2015 ed i volumi finanziati con leasing stiano risalendo, anche se molto lentamente.
Ricordiamo nuovamente che esiste un'agevolazione prevista dalla legge sulla nautica di diporto n. 342 del 2000. I beneficiari sono privati, professionisti, artigiani e commercianti che effettuino investimenti finanziabili col leasing.
Risultano finanziabili tutte le unità destinabili alla navigazione da diporto con motore o a vela, avente lunghezza fuori tutto superiore a 24 metri; le imbarcazioni da diporto con lunghezza fuori tutto superiore a 10 metri; i natanti da diporto con lunghezza fuori tutto non superiore a 10 metri.
L’aliquota da applicare nella misura ordinaria è uguale al 20%. Le novitá riguardano anche la locazione finanziaria di mezzi di trasporto utilizzati al di fuori dell’Unione Europea che non è territorialmente rilevabile, pertanto non è assoggettabile a IVA.
Il corrispettivo da assoggettare è solo quello riferibile all’utilizzo nel territorio comunitario.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Leasing Nautico

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy